8X1000 Arcidiocesi di Firenze

Le attività finanziate con le donazioni dell’8×1000

Cosa è avvenuto da marzo 2020 ad oggi con l’emergenza sanitaria Covid19?

Ad un blocco iniziale inevitabile è seguito entro lo stesso mese di Marzo un potenziamento del servizio di consegna di generi alimentari alle famiglie che sono passate da circa 6-7 alle attuali 25 nell’arco di tutto il 2020,  al servizio abbiamo provveduto con le forniture di Banco Alimentare e Caritas, ma anche con acquisti diretti finanziati dall’Associazione tramite raccolta fondi e poi rimborsati dalla Regione Toscana. Nel complesso sono stati acquistati, oltre a quelli ricevuti dal Banco alimentare o in donazione, generi alimentari e di prima necessità per oltre 12.000 euro e sono stati inoltre distribuiti tra ottobre e febbraio 2021 2.000 euro in buoni spesa offerti dalla Caritas diocesana.

Per tutta la primavera 2020 l’attività di sostegno didattico si è svolta a distanza con i bambini dei gruppi del Sabato (vedi relazione di presentazione della richiesta), riattivando anche i contatti con le insegnanti, in alcuni casi anche recandosi ai domicili delle famiglie per attivare/sistemare i dispositivi di connessione che erano stati forniti dagli istituti scolastici.

La situazione creata dall’emergenza sanitaria si è rilevata particolarmente negativa per le famiglie disagiate, all’iniziale problema alimentare è poi seguito, soprattutto in bambini e ragazzi, una perdita significativa o, in alcuni casi, totale  dell’esperienza scolastica, accentuata dalla incapacità e/o impossibilità di utilizzare i sistemi informatici. L’intero anno scolastico 2019-20  è risultato compromesso e, in alcuni casi, i soggetti con maggiore difficoltà di comunicazione e relazione, hanno sviluppato una forte resistenza nel riprendere i contatti con l’esterno e la vita sociale.

L’Associazione ha quindi rivisto completamente la pianificazione dei soggiorni estivi, eliminando le esperienze di convivenza con pernottamento al mare e riprogettando i servizi diurni ai sensi delle disposizioni ministeriali sui centri estivi, che si sono concentrati nel mese di Agosto in due diverse sedi ( Casa degli Angeli e Casina Rossa), con sette settimane di soggiorni.

Il progetto educativo-organizzativo adottato è stato riportato dettagliatamente nella relazione presentata per la richiesta di contributo ed ha visto il completamento di tutta l’attività estiva secondo le previsioni, l’avvio ed il mantenimento della attività invernale condotta, ininterrottamente in presenza da Ottobre 2020 ad oggi, pur con qualche limitazione.

Le attività si sono svolte grazie alle donazioni dell’8×1000 della Arcidiocesi di Firenze e alla collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze che ha cofinanziato l’iniziativa. Oltre ai costi legati ai pasti per i bambini, il servizio di accompagnamento, la dotazione di strumentazione informatica e ai costi di esercizio (strutture, mezzi di trasporto, assicurazioni, attrezzature, etc.), le donazioni sono state impiegate anche per l’acquisto di un nuovo pulmino 9 posti per far fronte alle accresciute necessità ed esigenze dei servizi di accompagnamento.

Sul piazzale della Casina Rossa, il nuovo furgone acquistato con le donazioni dell’Arcidiocesi Fiorentina

2010 Associazione Cinque Pani e Due Pesci